Welcome!

Benvenuti in queste pagine dedicate a scienza ed arte. Amelia Carolina Sparavigna

Thursday, July 12, 2018

Il Messaggero sul vero volto di Cesare

Dopo aver discusso che cosa dice la Repubblica, del "nuovo look" di Cesare, passiamo al Messaggero.
Dalla sezione Spettacoli e Cultura del Messaggero.
"Ecco il vero volto di Giulio Cesare: il ritratto del generale romano ricostruito in 3D"
https://spettacoliecultura.ilmessaggero.it/mostre/giulio_cesare_volto_ricostruzione-3822064.html
Articolo non firmato, come nel caso della Repubblica.
Dice il Messaggero "Generale e dittatore romano, potente ma sicuramente poco affascinante. Giulio Cesare, uno dei personaggi più influenti della storia, non era proprio una bellezza. Almeno stando alla ricostruzione del suo volto in 3D svelata al Museo Nazionale delle Antichità di Leida, nei Paesi Bassi, in occasione dell'uscita di un libro sul generale romano scritto dell'archeologo Tom Buijtendorp, promotore dello studio." Eccetera. Non continuo perché è la stessa musica già letta nella Repubblica.
C'è una differenza. Il messaggero dice "Oggi gli archeologi ritengono che solo i ritratti simili a questo modello rappresentino fedelmente il volto del generale.. Se questo è vero, un dato pare incontrovertibile: Giulio Cesare non era una bellezza. Nel prototipo, come nella ricostruzione in 3D, la testa mostra infatti di avere una curiosa forma allungata, che abbinata alla fronte calva e pronunciata lo rende decisamente poco affascinante. L’archeologa e antropologa Maja d’Hollosy, che ha curato la ricostruzione, ha spiegato che la protuberanza potrebbe essere dovuta al parto particolarmente difficile con cui il futuro generale venne al mondo nel luglio del 100 a.C."
Allora, il Messaggero accampa degli archeologi. Quali? Quanti? Di dove? Su che basi giudicano? 
Insomma,  ripeto quanto già detto per Repubblica. Contano solo il like su Facebook!

In pratica, ecco come è stata fatta la ricostruzione.

Maja d'Hollosy ha preso una testa marmorea molto rovinata, che il Museo di Leida dice essere un ritratto di Cesare. Lo ha ricostruito con qualche materiale plastico (cera o plastilina). Ha pelato un po' questa testa e l'ha ricostruita come se fosse un teschio (lo ha fatto a mano, e non con un rendering 3D da computer). Ovviamente, una testa di marmo è la resa di quello che vede l'artista che l'ha scolpita, NON è una foto o una radiografia o una TAC! Ma continuiamo. Non avendo il volto, ha usato un altro busto, quello di Tuscolo, ma questo non va bene, perché il busto di Tuscolo rappresenta, se mai possibile, un altro teschio. In ogni caso, la resa che ne ha fatto non torna con il volto del busto di Tuscolo.
VEDI: http://stretchingtheboundaries.blogspot.com/2018/06/on-dhollosy-reconstruction-of-caesar.html
In particolare gli occhi, piccoli e vicini. Ma questo è stato volutamente fatto dalla d'Hollosy per rendere il personaggio più cattivo, come da lei espressamente dichiarato. Si veda https://www.archyworldys.com/what-could-julius-caesar-look-like-archaeologists-provide-an-answer/
E che dire del collo?! Questo collo è stato preso da una moneta, come se le monete non rappresentassero i personaggi in modo iconografico, ma come se fossero delle fotografie. Notate bene che nella moneta usata, Cesare risulta con la testa PICCOLA! Sulle monete Cesare ha il collo lungo, per mostrare gli Anelli di VENERE, dato che Gaio era discendete tramite Enea della dea.
La moneta usata è quella che vedete nel post al link  http://stretchingtheboundaries.blogspot.com/2018/07/denarius-of-julius-caesar-struck-under.html
dove la testa di Cesare è PICCOLA! E gli occhi sono GRANDI!
Concludiamo. Tom Buijtendorp e Maja d'Hollosy hanno reso un'immagine laida di Cesare. Come ho già detto in altri post, l'aspetto di Cesare, che storicamente è sempre stato considerato un bell'uomo e così si vede dai busti, è diventato volutamente quello di un essere deforme. E questo è stato fatto per il lancio di un libro che parla di Cesare nei Paesi Bassi.
Ma come è possibile che il Messaggero riprenda la notizia senza un briciolo di ragionamento, senza controllare quello che scrive, inoltre nella sezione CULTURA? Col titolo, il VERO VOLTO?
E menomale che il giornale è
Il Messaggero - Il giornale di Roma, da sempre.